Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2008 Aprile;21(2) > Chirurgia 2008 Aprile;21(2):119-21

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2008 Aprile;21(2):119-21

lingua: Inglese

Malattia di Castleman retroperitoneale: descrizione di un caso clinico

Martucci N., Corrado G., Russo M., Bartolo V., Coscia L., Aiello A.

Division of General and Laparoscopic Surgery, “Martiri del Villa Malta” Hospital, ASL/SA 1 Sarno, Salerno


PDF  


La malattia di Castleman è un raro disordine linfoproliferativo di origine ignota. La forma localizzata, descritta per la prima volta nel 1954, ha una buona prognosi ma la forma multifocale ha un decorso più aggressivo. Sono stati identificati due tipi istologici: ialino-vascolare e plasmacellulare. Gli Autori presentano un caso di malattia di Castleman localizzata ialino-vascolare. Durante un’indagine ecografica eseguita per dolore addominale in un soggetto di sesso maschile di 32 anni di età è stata evidenziata la presenza di una massa retroperitoneale. L’indagine tomografica ha evidenziato la presenza di una massa solida delle dimensioni di 6,8×3,5 cm che ha sollevato il problema della diagnosi differenziale con altre masse retroperitoneali. La diagnosi è stata fatta con l’asportazione del tumore e l’esame istologico. Il decorso postoperatorio precoce e tardivo è stato senza problemi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail