Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2008 February;21(1) > Chirurgia 2008 February;21(1):41-3

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2008 February;21(1):41-3

Copyright © 2008 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Perfusione attraverso un precedente bypass arterioso axillofemorale nel trattamento della dissezione aortica acuta tipo A di Stanford con ischemia dell’arto

Takagi H., Kato T., Sekino S., Manabe H., Matsuno Y., Umemoto T.

Department of Cardiovascular Surgery Shizuoka Medical Center, Shizuoka, Japan


PDF  


L’ischemia dell’arto nella dissezione aortica acuta, causata dalla stenosi o occlusione dell’aorta o dell’arteria iliofemorale a causa dell’estensione della dissezione, è una grave complicanza come l’ischemia miocardica, cerebrospinale o viscerale, poiché può esitare in deficit neurologici, sindrome compartimentale, necrosi o sindrome mio-nefro-metabolica.
Gli autori descrivono la perfusione arteriosa per il bypass cardiopolmonare attraverso un ramo collaterale di un precedente bypass arterioso axillofemorale nel trattamento della dissecazione aortica acuta tipo A di Stanford con ischemia di un arto inferiore, mai descritta in letteratura sino ad ora. In un uomo di 65 anni, a cui era stata diagnosticata una dissezione aortica acuta tipo A di Stanford con ischemia dell’arto inferiore destro a causa dell’estensione della dissezione, un bypass arterioso axillofemorale destro con un innesto protesico è stato posizionato nel sottocute prima della sternotomia mediana, e il bypass cardiopolmonare è stato confezionato con perfusione arteriosa tramite un ramo collaterale del bypass axillofemorale. La sostituzione dell’aorta ascendente è stata effettuata con successo con la perfusione cerebrale retrograda e l’arresto cardio-circolatorio in ipotermia profonda della metà inferiore del corpo. La pulsazione arteriosa postoperatoria dell’arto inferiore destro è ripresa completamente senza deficit neurologici, sindrome compartimentale, necrosi o sindrome miuo-nefro-metabolica. Vengono discussi i vantaggi del nuovo approccio.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail