Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2007 October;20(5) > Chirurgia 2007 October;20(5):273-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2007 October;20(5):273-6

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Carcinoma a cellule basali (basalioma) aggressivo del naso. Gestione chirurgica in un paziente con ripetute recidive neoplastiche

Chiummariello S. 1, Monarca C. 2, Rizzo M. I. 2, Pacitti F. 2, Noviello A. 1, Alfano C. 1

1 Department of Plastic and Reconstructive Surgery University of Perugia, Perugia, Italy 2 Department of Dermatology and Plastic Reconstructive Surgery La Sapienza University, Rome, Italy


PDF  


Il carcinoma a cellule basali (basal cell carcinoma, BCC) è uno dei tumori maligni cutanei più comuni, con prevalenza nei soggetti di razza Caucasica.
I BCC crescono per disseminazione diretta, creando modificazioni anatomiche distruggendo il tessuto locale; essi raramente metastatizzano e rappresentano una causa poco comune di morte. Tuttavia, i BCC possono provocare gravi danni al tessuto locale, e questi danni spesso si espandono alla cartilagine contigua, ai muscoli e all’osso con un comportamento biologicamente distruttivo; per questo motivo si è coniato il termine di “BCC aggressivo”.
I BCC del naso sono tumori spesso altamente aggressivi con ampio accrescimento cutaneo-sottocutaneo e/o aspetti infiltrativi, specie quando localizzati alla base del setto nasale, all’ala del naso e si stensono in direzione della regione cantale interna. La rapida estensione del cancro all’osso adiacente e alle strutture facciali cartilaginee richiede un’ampia asportazione chirurgica per poter essere controllata. Presentiamo il caso di un soggetto di sesso maschile di razza Caucasica, di 69 anni di età. Nel 2001 gli era stato diagnosticato un BCC del dorso del naso tramite una biopsia escissionale con esame istologico. Nell’Aprile 2001 il paziente ha sviluppato una recidiva locale (dorso del naso) di BCC. L’esame istologico ha evidenziato la presenza di un BCC metatipico e infiltrante, con margini liberi da malattia.
Nel Maggio 2003 il paziente ha presentato un’altra recidiva locale di BCC che coinvolgeva l’ala sinistra del naso e la guancia omolaterale. L’esame istologico ha evidenziato la presenza di un BCC metatipico e infiltrante, con margini liberi da malattia dell’ala nasale sinistra ma con interessamento canceroso del vestibolo.
Nel Settembre 2003, il paziente è stato sottoposto ad un’altra ampia asportazione locale dell’ala nasale sinistra, sino all’osso mascellare (escluso) senza “deficit” ricostruttivi dell’area. Il paziente, nel Giugno 2004, è stato sottoposto ad un altro intervento chirurgico per un’ampia asportazione di una recidiva tumorale interessante l’area nasogeniena sinistra, le piramidi nasali e il seno mascellare per quanto riguarda la sua parete anteriore.
È stata eseguita l’asportazione selettiva del linfonodo laterocervicale sinistro. L’esame istologico ha dimostrato la presenza di un BCC solido metatipico infiltrante con tutti i margini e i linfonodi liberi da malattia.
Nel Novembre 2005 è stato fatto un lembo della fronte, pre-espanso per ricostruire la parte residua di naso e per correggere il deficit della guancia sinistra.
Attualmente, a distanza di 3 mesi il paziente è libero da malattia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail