Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2007 Ottobre;20(5) > Chirurgia 2007 Ottobre;20(5):269-71

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2007 Ottobre;20(5):269-71

lingua: Inglese

Un singolare leiomiosarcoma retroperitoneale. Un caso clinico

Antonino A., Guida F., Formisano G., Esposito D., Conte P., Celiento M., Mastrobuoni G., Aprea G., Avallone U.

Dipartimento di Chirurgia Generale, Geriatrica, Oncologica e Tecnologie Avanzate Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Napoli Federico II, Napoli


PDF  


I sarcomi dei tessuti molli sono tumori maligni che derivano dai tessuti di origine mesodermica a livello delle estremità (50%), del tronco e del retroperitoneo (40%) o della testa e del collo (10%). I sarcomi retroperitoneali hanno un decorso clinico variabile a seconda dell’istotipo e del grading : circa il 50% sono tumori di alto grado e l’istotipo in assoluto più frequente è il liposarcoma (41%), seguito dal leiomiosarcoma (28%), dal fibroistiocitoma maligno (7%), dal fibrosarcoma (6%), e dallo schwannosarcoma (3%). Il cardine del trattamento è chirurgico ma la resezione completa del sarcoma pùo risultare difficile a causa delle dimensioni del tumore e della complessità dell’anatomia del retroperitoneo. La radioterapia è ampiamente utilizzata come terapia adiuvante ma da non sottovalutare è il problema della radiotossicità nel postoperatorio, in quanto le dosi di radiazioni da elargire nella sede della neoplasia sono limitate dalla tolleranza dei tessuti sani circostanti; quindi l’ulteriore applicazione della radioterapia pre-operatoria, in combinazione con la brachiterapia o la radioterapia intraoperatoria, permetterebbe un frazionamento delle radiazioni raggiungendo dosi elevate che altrimenti non sarebbero possibili soltanto nel postoperatorio. Riportiamo il caso di un paziente di sesso maschile di 60 anni con anamnesi positiva per edema bilaterale agli arti inferiori, massa addominale e perdita di peso cui è stato diagnosticata una grossa massa retroperitoneale rivelatasi all’esame istologico un leiomiosarcoma (28 x 24 x 22) di alto grado. Sono descritti gli aspetti clinici, il trattamento e la prognosi del caso.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail