Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2007 Ottobre;20(5) > Chirurgia 2007 Ottobre;20(5):225-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Chirurgia 2007 Ottobre;20(5):225-7

lingua: Inglese

Intervento chirurgico sulla valvola mitrale attraverso toracotomia destra limitata: l’incannulazione aortica è sicura?

Pomerantzeff P. M. A., Vieira Guedes M. A., De Almeida Brandão C. M., Groppo Stolf N. A.

Heart Institute University of São Paulo Medical School São Paulo, SP, Brazil


PDF  


Obiettivo. La toracotomia destra limitata rappresenta una tecnica alternativa per l’approccio chirurgico alla valvola mitrale. In questi casi viene ancora utilizzato, il bypass femoro-femorale, data la possibilità di complicanze correlate all’incannulazione femorale. L’obiettivo di questo studio è stato descrivere le tecniche e i risultati del trattamento della valvola mitrale attraverso la toracotomia destra limitata, utilizzando l’incannulazione aortica per il bypass cardiopolmonare (cardio pulmonary bypass, CPB).
Metodi. Tra il 1983 e il 2004, presso l’Heart Institute of Sao Paolo sono stati sottoposti a trattamento chirurgico della valvola mitrale 93 pazienti con età media di 35,13 anni, dei quali 89 (95,7%) erano di sesso femminile. L’approccio con toracotomia destra limitata associata ad incannulazione aortica è stato utilizzato per il CPB. Tra i pazienti, 78 (83,9%) avevano una patologia reumatica e 81 (87,1%) avevano uno scompenso cardiaco di grado III o IV secondo la classificazione NYHA.
Risultati. Sono state eseguite 44 (47,3%) commissurotomie, 34 (36,6%) riparazioni valvolari, 6 (6,45%) sostituzioni di valvola mitrale, 6 (6,45%) recommissurotomie e 3 (3,2%) sostituzioni della protesi valvolare. La chirurgia conservativa è stata eseguita in 84 (90,3%) pazienti. Il tempi medi di CPB e di clampaggio sono stati di 57,28 minuti e di 39,19 minuti, rispettivamente. Non si sono verificati decessi durante il ricovero ospedaliero né sono stati necessari re-interventi per sanguinamento, né si è dovuti ricorrere alla sternotomia. La sopravvivenza attuariale è stata del 98,1 1,9% in 120 mesi.
Conclusioni. La toracotomia destra associata ad incannulazione aortica negli interventi chirurgici sulla valvola mitrale è una tecnica semplice, riproducibile e sicura. Inoltre, sono state evitate le complicanze correlate all’incannulazione femorale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail