Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2007 Febbraio;20(1) > Chirurgia 2007 Febbraio;20(1):25-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2007 Febbraio;20(1):25-8

lingua: Inglese

Trombosi della valvola protesica aortica: considerazione di un possibile meccanismo patogenetico

Aoyagi S., Fukunaga S., Tayama E., Hori H., Yoshikawa K.

Department of Surgery Kurume University School of Medicine, Kurume, Japan


PDF  


Riportiamo tre casi di sostituzione di valvola aortica St. Jude Medical (SJM) con ridotta motilità dei lembi causata da un panno sovrabbondante. Nel paziente 1, si è verificata dapprima una riduzione dell’apertura dei lembi che è progredita fino al completo arresto di un lembo. Durante il reintervento, è stato reperito un panno sovrabbondante che coinvolgeva i margini dei lembi con dei trombi lungo i sistemi pivot. Nel paziente 2, la ridotta motilità dei lembi con ostruzione nella valvola aortica SJM è progredito gradualmente nei cineradiogrammi seriati nel corso di 1 anno, nonostante adeguata terapia anticoagulante. Al momento del reintervento, è stato riconosciuto un panno sovrabbondante coinvolgente i bordi dei lembi responsabile dell’ostruzione della valvola protesica. Non sono stati trovati trombi in questo paziente. Oltre alla deiscenza periprotesica, il paziente 3 presentava una riduzione di grado moderato dei lembi nella valvola aortica SJM, tuttavia, un panno sovrabbondante che coinvolgeva i bordi dei lembi era stato trovato al reintervento. La terapia anticoagulante era adeguata in tutti i pazienti. In base a questi risultati, l’etiologia primaria dell’ostruzione della protesi valvolare che viene generalmente definita clinicamente come “trombosi della valvola protesica” sembra essere un panno sovrabbondante che coinvolge i bordi dei lembi, seguito in un secondo momento dal blocco del movimento dei lembi stessi a causa della formazione di trombi a causa del lento passaggio degli elementi del sangue attraverso i sistemi pivot della valvola SJM. Sebbene questo meccanismo non necessariamente sia implicato in tutti i casi di “trombosi della valvola protesica”, potrebbe essere responsabile in alcuni casi con adeguata terapia anticoagulante.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail