Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2006 December;19(6) > Chirurgia 2006 December;19(6):471-3

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2006 December;19(6):471-3

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Localizzazione insolita dell’Echinococcosi e trattamento chirurgico: caso clinico

Lombardi A. 1, Teggi A. 2, Conte S. 1, Pezzatini M. 1, Lo Russo M. 1, Moscaroli A. 1, Angelini L. 1

1 Department of Surgery, Division of Surgery B II School of Medicine, University of Rome “La Sapienza”, S. Andrea Hospital, Rome, Italy 2 Department of Infectious Diseases, II School of Medicine, University of Rome “La Sapienza” S. Andrea Hospital, Rome, Italy


PDF  


L’echinococcosi o malattia idatidea è una zoonosi causata nell’uomo dalle larve dei cestodi che appartengono alla famiglia dell’Echinococco. Essa è caratterizzata dalla formazione di cisti in diversi organi, soprattutto fegato e polmoni. L’interessamento muscoloscheletrico è estremamente raro e la sua patogenesi è ancora mal conosciuta. Riportiamo la nostra esperienza nel trattamento di un paziente che ha sviluppato la malattia idatidea nel muscolo psoas dopo un precedente intervento chirurgico. Il paziente non presentava alcun sintomo relativo alla massa addominale. Il trattamento chirurgico è consistito nel capitonnage con pericistectomia parziale. Il paziente è stato dimesso in buone condizioni generali sotto terapia continuativa con albendazolo. La scelta dell’accesso chirurgico dovrebbe essere basata sul singolo paziente, sulla localizzazione delle cisti e sull’esperienza del team chirurgico. La chemioterapia adiuvante perioperatoria e a lungo termine con composti del benzimidazolo, albendazolo e mebendazolo è il trattamento medico necessario in questi casi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail