Ricerca avanzata

Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2006 Ottobre;19(5) > Chirurgia 2006 Ottobre;19(5):363-5

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI

ULTIMO FASCICOLOCHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

Chirurgia 2006 Ottobre;19(5):363-5

 CASI CLINICI

Trattamento chirurgico del trombo atriale destro mobile e dell’embolia polmonare dovuta a decifict di proteina C associata a pervietà del forame ovale

Onem G. 1, Vefa Ozcan A. 1, Sacar M. 1, Evrengul H. 2, Baltalarli A. 1

1 Pamukkale University Department of Cardiovascular Surgery Denizli, Turkey
2 Pamukkale University Department of Cardiology Denizli, Turkey

Descriviamo il caso di una paziente di sesso femminile di 36 anni con trombo mobile dell’atrio destro ed embolia polmonare con shock cardiogeno. L’ecocardiografia bidimensionale ha evidenziato la presenza di una massa nell’atrio destro che prolassava attraverso la tricuspide nel ventricolo sottostante durante la diastole, provocando un’ostruzione parziale al suo riempimento. La tomografia computerizzata ha evidenziato la presenza di una grande massa nell’arteria polmonare principale destra e sinistra che provocava un’ostruzione. I dati di laboratorio della paziente rivelavano la presenza di un deficit di proteina C. E’ stato eseguito un intervento chirurgico in emergenza, che ha consentito la rimozione del trombo nell’atrio destro e in entrambe le arterie polmonari, utilizzando un bypass cardiopolmonare. Inaspettatamente è stata rilevata la presenza di un forame ovale pervio, che è stato chiuso. Questo caso esemplare sottolinea il beneficio derivante dall’intervento chirurgico rispetto ad approcci più conservativi quali la terapia anticoagulante e/o la trombolisi.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina