Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2005 October;18(5) > Chirurgia 2005 October;18(5):367-72

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2005 October;18(5):367-72

Copyright © 2005 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

La ricostruzione anatomica della parete addominale

Del Frari C., Annacontini L., Piza-Katzer H.


PDF  


La ricostruzione della parete addominale per il trattamento delle ernie postlaparotomiche rappresenta ancora oggi una sfida sia per il chirurgo generale che per il chirurgo plastico.
L'obiettivo della ricostruzione é quello di ripristinare la normale anatomia ­ approssimazione dei muscoli retti dell'addome per ridurre la diastasi muscolare, ricostruzione della linea alba, ripristino dell'anello muscolo aponeurotico della parete addominale - per far sì che importanti funzioni quali il mantenimento della postura, camminare, respirare, tossire (situazioni in cui c'é un aumento della pressione intraddominale) vengano compromesse il meno possibile.
Presso il Dipartimento di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva di Innsbruck, negli ultimi 9 anni, sono state eseguite 21 ricostruzioni anatomiche della parete addominale.
Vengono presentati due casi: il primo caso riguarda una paziente di 11 anni che alla nascita presentava una gastroschisi subito riparata con una rete di Goretex. Nel 2000 é stata sottosposta a nuovo intervento chirurgico per una diastasi dei retti: la rete è stata rimossa e la distasi risolta. Il secondo caso riguarda un paziente di 58 anni con un'ernia postlaparotomica ed una importante ­ 15cm - diastasi dei muscoli retti. Anche a questo paziente, è stata eseguita una ricostruzione anatomica della parete addominale. In entrambi i casi il follow-up mostra risultati soddisfacenti.
Questa tecnica ricostruttuva consente il riposizionamento degli elementi costitutivi della parete addominale nella loro sede naturale senza ricorrere ad innesti cutanei o lembi fasciocutanei o muscolari con risultati estetico-funzionali molto buoni.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail