Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2005 Ottobre;18(5) > Chirurgia 2005 Ottobre;18(5):363-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2005 Ottobre;18(5):363-6

lingua: Italiano

Il pneumomediastino spontaneo asintomatico. Descrizione di due casi clinici

Rovera F., Dionigi G., Cadario F., Bianchi M., Perlasca F.


PDF  


Il pneumomediastino o enfisema mediastinico è caratterizzato dalla anomala presenza di aria nello spazio mediastinico; è una condizione patologica poco frequente, soprattutto nella variante spontanea. È causato dalla rottura della parete alveolare con conseguente fuoriuscita di aria che, scollando i tessuti circostanti, raggiunge il mediastino. Sono descritti in letteratura alcuni fattori di rischio considerati predisponenti per la comparsa del pneumomediastino spontaneo. Tra questi ricordiamo gli sforzi fisici intensi, gli accessi di tosse, le crisi asmatiche, il vomito prolungato, il rapido aumento della pressione endoaddominale. Il quadro clinico può variare da forme pauci-sintomatiche a forme particolarmente gravi con compromissione respiratoria ed emodinamica. La diagnosi di pneumomediastino si basa su criteri clinici e sui dati degli accertamenti radiografici convenzionali. Ulteriori accertamenti sono rappresentati dalla TC toraco-mediastinica e dalla tracheo-broncoscopia. Questi consentono un bilancio lesionale e in alcuni casi anche la identificazione della possibile eziologia del pneumomediastino. Il trattamento varia in relazione all'entità del quadro clinico. Descriviamo di seguito due casi clinici di pazienti con pneumomediastino spontaneo asintomatici di cui si riporta l'iter diagnostico e terapeutico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail