Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2005 October;18(5) > Chirurgia 2005 October;18(5):353-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2005 October;18(5):353-6

lingua: Italiano

I diverticoli del piccolo intestino. Descrizione di un caso clinico

Navarra G. G., Selva S., Mitolo I. C., Bonomi S., Virzi S.


PDF  


I diverticoli digiuno-ileali sono una rara condizione che nella maggioranza dei casi risulta asintomatica. Tuttavia, questa entità non deve essere trascurata, perché può essere la causa di sintomi addominali cronici non specifici e complicazioni acute includendo emorragia, ostruzione intestinale, diverticolite e perforazione. A causa della rarità di questa lesione e delle sue complicazioni, la diagnosi è spesso difficile e ritardata, risultando un aumento di morbilità e mortalità. Non è infrequente che il chirurgo possa osservare accidentalmente i diverticoli del piccolo intestino, in occasione di laparotomie condotte in urgenza o per altre patologie. Riportiamo un raro caso di diverticolo digiunale perforato in un uomo di 37 anni giunto alla nostra osservazione per sintomi addominali aspecifici, che progressivamente evolvono in un quadro clinico in dolore addominale acuto con segni radiografici di pneumoperitoneo e peggioramento degli indici di flogosi; il paziente fu prontamente sottoposto a intervento chirurgico di resezione digiunale in assenza di complicazioni e fu dimesso dall'ospedale otto giorni dopo l'operazione. Discutiamo inoltre l'eziologia, la patogenesi, il trattamento e la difficoltà della diagnosi precoce di questa rara entità. In conclusione, i diverticoli digiuno-ileali non devono essere considerati una scoperta insignificante, perché possono condurre a complicazioni acute e croniche e la diagnosi precoce,con adeguato trattamento, può abbassare la morbilità e mortalità.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail