Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2005 August;18(4) > Chirurgia 2005 August;18(4):173-4

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Chirurgia 2005 August;18(4):173-4

Copyright © 2005 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Impiego della protesi ProCol negli accessi vascolari complessi. Analisi dei risultati a medio termine

Siani A., Intrieri F., Fazzini S., Marino M., Irace L.


PDF  


Obiettivo. Scopo del nostro studio è di valutare i risultati a medio termine della bioprotesi ProCol come materiale protesico negli accessi vascolari complessi.
Metodi. Da gennaio 2002 a gennaio 2005 abbiamo confezionato 22 accessi vascolari complessi con bioprotesi ProCol in 22 pazienti. In 15 casi si è confezionata una fistola protesica con configurazione tipo retta tra l¹arteria brachiale e la vena ascellare, mentre in 7 casi tra l¹arteria e la vena ascellare con configurazione ad ansa.
Risultati. L¹impianto protesico è stato ottimale in tutti i casi senza complicanze intraoperatorie.Il follow-up compreso tra 6 e 24 mesi ha evidenziato una pervietà primaria del 95,2%, 80,9%, 71,4% a 6,12 e 24 mesi. In un caso si è proceduto all¹espianto della protesi per la presenza di una infezione a 5 mesi.
Conclusioni. I risultati a medio termine evidenziano come tale protesi presenti una buona pervietà ed una bassa percentuale di complicanze, rappresentando un materiale promettente per il confezionamento di un accesso vascolare. Appaiono tuttavia auspicabili studi randomizzati che ne valutino la sicurezza ed i risultati a lungo termine.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail