Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2005 February;18(1) > Chirurgia 2005 February;18(1):19-24

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2005 February;18(1):19-24

lingua: Inglese

Congenital cystic adenomatoid malformation of the lung type II.Two case reports

Messina M., Molinaro F., Meucci D., Roggi A., Amato G.


PDF  


La malformazione adenomatoide cistica congenita del polmone (CCAM) è una rara lesione amartomatosa, caratterizzata da una massa cistica di parenchima polmonare displasico con proliferazione dei bronchioli terminali e perdita degli alveoli. Clinicamente si distinguono una forma a esordio neonatale (30-35%), che può manifestarsi con un quadro di distress respiratorio potenzialmente fatale, e una forma a esordio tardivo (60-65%), che può decorrere asintomatica o presentarsi con infezioni broncopolmonari ricorrenti o ritardo di sviluppo staturo-ponderale. L'evoluzione della lesione può essere quanto mai variabile. Alcuni Autori hanno osservato una riduzione o regressione prenatale della lesione e altri casi di risoluzione postnatale spontanea e completa. La prognosi della CCAM neonatale è legata alla tempestività della diagnosi e al relativo trattamento e pertanto direttamente proporzionale alla prognosi delle resezioni polmonari. Prendiamo spunto da 2 casi clinici di CCAM di tipo II, osservati presso la Sezione di Chirurgia Pediatrica dell'Università degli Studi di Siena, per discutere i diversi tipi di management dei pazienti in base alle modalità di presentazione clinica e alle caratteristiche della lesione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail