Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2004 December;17(6) > Chirurgia 2004 December;17(6):237-42

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2004 December;17(6):237-42

Copyright © 2004 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Fistola pancreatico-pleurica. Caso clinico trattato con endoprotesi pancreatica

Calati A. M., Rubis Passoni G., Meda S., Schubert L.


PDF  


Gli Autori descrivono il caso di un paziente di sesso maschile, di 56 anni con anamnesi di vasculopatia polidistrettuale e di pancreatite (2 episodi) di origine etiltossica, con intervento laparotomico di pseudocisto-gastrostomia 4 anni prima. Il paziente presentava comparsa di versamento pleurico prima sinistro, poi destro. Durante il ricovero in altro ospedale vennero effettuati accertamenti anche invasivi, fino ad un intervento chirurgico videotoracoscopico (biopsie pleuriche), senza arrivare alla diagnosi. La ricomparsa di versamento a sinistra condusse alla diagnosi di fistola pancreaticopleurica semplicemente dosando le isoamilasi pancreatiche sul versamento prelevato mediante toracentesi. A completamento diagnostico vennero eseguiti i seguenti esami: tomografia computerizzata (TC) toracoaddominale, ultrasonografia endoscopica esofago-gastro-duodenale e pancreatografia retrograda endoscopica. Quest'ultima ha consentito di inserire nel Wirsung un'endoprotesi pancreatica, che ha bloccato il rifornimento della fistola, riparando la rottura del dotto. Il paziente gode pieno benessere a distanza di 1 anno. Si tratta di una patologia rara: nella letteratura sono stati descritti circa 100 casi. Si evincono le seguenti caratteristiche, comuni al caso presentato: storia clinica di patologia pancreatica ricorrente/cronica; abuso etilico; manifestazioni cliniche contrassegnate da soli sintomi respiratori; equivoco diagnostico con patologia neoplastica del torace. Per stabilire la diagnosi è sufficiente richiedere il dosaggio delle isoamilasi pancreatiche sul liquido pleurico. Risultano poi utili TC toracoaddominale, ultrasonografia endoscopica e soprattutto pancreatografia retrograda endoscopica, che consente un approccio terapeutico (endoprotesi nel Wirsung) che in questo caso è risultato particolarmente appropriato e coronato da successo. Il follow-up di 12 mesi è da considerarsi apprezzabile, data la rarità della patologia e l'impiego di una tecnica di recente introduzione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail