Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2004 Ottobre;17(5) > Chirurgia 2004 Ottobre;17(5):191-4

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

NOTE DI TECNICA  


Chirurgia 2004 Ottobre;17(5):191-4

lingua: Italiano

La via posteriore nel trattamento delle ernie inguinali

Maniscalco L., Maniscalco A., De Luca S., Tramonte A.


PDF  


La maggior parte delle ernioplastiche protesiche è eseguita per via anteriore, tuttavia negli ultimi decenni è stato rivalutato l'accesso posteriore e sono state realizzate delle reti destinate esclusivamente alla riparazione erniaria per via posteriore.
Dal 1999 al 2001, gli Autori hanno eseguito 98 ernioplastiche su 86 pazienti di sesso maschile e 12 di sesso femminile, per via posteriore utilizzando la protesi Wings-Mesh. Dopo l'intervento chirurgico i pazienti non hanno lamentato disturbi nevralgici o genitali. A distanza di 36 mesi non è stata riscontrata alcuna recidiva. Secondo gli Autori l'approccio preperitoneale può essere utilizzato nel trattamento di tutte le ernie inguinali, soprattutto nei maschi in età giovanile.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail