Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2004 October;17(5) > Chirurgia 2004 October;17(5):177-82

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2004 October;17(5):177-82

Copyright © 2004 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Duplicazione gastrica: diagnosi differenziale e trattamento

Rotondi F., Alfieri S., Caprino P., Nurè E., Di Giorgio A., Mulè A., Tarquini E., Venditti A., Di Miceli D., Sofo L., Doglietto G. B.


PDF  


Le duplicazioni intestinali rappresentano un'anomalia congenita molto rara (0,1-0,3% di tutte le malformazioni del tratto gastrointestinale) e di queste le gastriche rappresentano il 2-8% dei casi. Il riscontro è spesso occasionale nel corso di indagini diagnostiche eseguite per altra patologia o per rari sintomi aspecifici, e ancor più raro in età adulta. Difficile la diagnosi differenziale con altre patologie retroperitoneali o cisti mesenteriche, anche per la mancanza del sospetto diagnostico. L'ecografia addominale e la TC rappresentano le 2 metodiche diagnostiche di scelta. Gli autori riportano 2 casi clinici di duplicazione gastrica non comunicante con il tubo gastroenterico in cui l'intervento chirurgico, oltre che rappresentare il trattamento terapeutico di scelta per la possibile degenerazione neoplastica della mucosa di rivestimento interno, si è rivelato momento diagnostico insostituibile.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail