Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2004 October;17(5) > Chirurgia 2004 October;17(5):153-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Chirurgia 2004 October;17(5):153-6

lingua: Inglese

Serum levels of melatonin and postoperative sepsis in the elderly

Leardi S., Pietroletti R., Maira E., Barnabei R., Necozione S., Simi M.


PDF  


Obiettivo. Si ritiene che la melatonina svolga una funzione di regolazione per il sistema immunitario. Un'alterata risposta immunitaria rappresenta un fattore di rischio per lo sviluppo della sepsi. Nell'anziano sono stati riscontrati bassi livelli sierici di melatonina, mentre il tasso di incidenza della sepsi postoperatoria è elevato. L'obiettivo di questo studio è costituito dall'indagine circa una possibile relazione tra l'alterazione del ritmo circadiano di secrezione della melatonina e lo sviluppo di complicanze postoperatorie di natura settica nell'anziano.
Materiali e metodi. Sono stati arruolati nello studio, con criterio consecutivo, 64 pazienti anziani, di età compresa tra 70 e 94 anni, sottoposti a intervento chirurgico a cielo aperto. I livelli sierici di melatonina sono stati determinati per mezzo del metodo ELISA alle ore 18, 24, 3, 8, immediatamente prima dell'ingresso in sala operatoria.
Risultati. Sono stati registrati i casi di complicanze postoperatorie di natura settica. Nei pazienti che hanno presentato complicanze postoperatorie di natura settica (23%), il picco di melatonina si è verificato precocemente, con livelli sierici alle ore 3 e 8 inferiori (14,00 pg/ml alle ore 18, 22,10 pg/ml alle ore 24, 18,95 pg/ml alle ore 3, 9,14 pg/ml alle ore 8) rispetto ai pazienti che non hanno presentato complicanze postoperatorie di natura settica (5,37 pg/ml alle ore 18, 19,22 pg/ml alle ore 24, 39,94 pg/ml alle ore 3, 11,19 pg/ml alle ore 8). Tuttavia, le differenze riscontrate non risultano essere statisticamente significative.
Conclusione. Dal presente studio non emerge una correlazione significativa tra le alterazioni del ritmo circadiano di secrezione della melatonina e complicanze postoperatorie di natura settica nell'anziano.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail