Ricerca avanzata

Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2004 Aprile;17(2) > Chirurgia 2004 Aprile;17(2):63-6

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI

ULTIMO FASCICOLOCHIRURGIA

Rivista di Chirurgia

Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0394-9508

Online ISSN 1827-1782

 

Chirurgia 2004 Aprile;17(2):63-6

 CASI CLINICI

Surgical excision combined with cadaveric allografts and Tazarotene in the management of a patient with nevoid basal cell carcinoma syndrome

Andreassi A., Castelli C., Souvatzidis P., D'Aniello C., Bilenchi R., Pianigiani E.

La sindrome da carcinoma nevoide basocellulare rappresenta una patologia ereditaria caratterizzata dalla presenza di carcinomi basocellulari multipli associati a numerose altre anomalie. Sono state utilizzate diverse modalità terapeutiche finalizzate alla completa eradicazione di questi tumori. Tuttavia, il loro impiego è limitato dalla frequenza di recidive e dalla presenza di cicatrici. Al fine di valutare una nuova modalità di trattamento per i carcinomi basocellulari multipli associati alla sindrome da carcinoma nevoide basocellulare. Nel presente lavoro viene descritto un caso clinico di sindrome da carcinoma nevoide basocellulare in cui i carcinomi basocellulari multipli sono stati efficacemente trattati mediante l'escissione chirurgica e la copertura delle ferite con trapianti omologhi di pelle conservata in glicerolo. Inoltre, al fine di evitare recidive, il paziente è stato trattato con crema al tazarotene 0,1% per via topica. Il paziente è stato trattato con buoni risultati mediante questa terapia combinata e al follow-up è stata rilevata una presenza minima di cicatrici. È possibile utilizzare i trapianti omologhi di pelle e il tazarotene per il trattamento efficace dei carcinomi basocellulari associati alla sindrome da carcinoma nevoide basocellulare, con minime cicatrici residue post-trattamento.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina