Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2004 April;17(2) > Chirurgia 2004 April;17(2):55-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2004 April;17(2):55-8

Copyright © 2004 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

A case report of biliary dyskinesia and review of the literature

Kiriakopoulos A., Tsakayannis D., Polychronopoulos G., Linos D.


PDF  


I disturbi della motilità del tratto biliare costituiscono dei problemi di tipo funzionale che compromettono il flusso della bile e che possono occasionalmente manifestarsi con i sintomi della colica biliare, comportando la necessità di un impegnativo approccio diagnostico e terapeutico. Dal punto di vista anatomico, questa entità clinica può essere associata a un disturbo della motilità della colecisti o a una disfunzione dello sfintere di Oddi. I pazienti caratteristicamente manifestano una colica biliare senza segni obiettivi della presenza di calcoli della colecisti. Ai fini di una corretta diagnosi è necessario il riscontro di una diminuita frazione di eiezione dalla colecisti, dimostrata per mezzo di studi con traccianti radioattivi, nel caso della discinesia della colecisti oppure il riscontro di alterazioni all'esame manometrico, nel caso della disfunzione dello sfintere di Oddi. La colecistectomia per via laparoscopica rappresenta una valida opzione terapeutica nel primo caso, mentre nel secondo caso si rende necessaria la divisione chirurgica dello sfintere di Oddi. Tuttavia, risultano essere indispensabili l'esclusione di altre possibili cause di dolore addominale e una specifica diagnosi di tipo laboratoristico mediante scintigrafia o test manometrici, altrimenti si può andare incontro a una incompleta risoluzione della sintomatologia. Nel presente caso, una paziente di 49 anni è stata ricoverata per coliche biliari ricorrenti in assenza di calcoli della colecisti. La scintigrafia biliare eseguita con CKK-99mTc-bromo-iminodiacetato (CCK-BRIDA scan) ha dimostrato una disfunzione dello svuotamento della colecisti, indicativo di discinesia biliare. La paziente è stata sottoposta a colecistectomia per via laparoscopica, ha mostrato un recupero privo di complicanze e attualmente rimane asintomatica, a un anno dall'intervento chirurgico.
In conclusione, la discinesia biliare dovrebbe essere presa in considerazione nelle fasi precoci del processo diagnostico delle coliche biliari in assenza di calcoli della colecisti. Nel nostro caso, la colecistectomia per via laparoscopica, eseguita in seguito alla conferma scintigrafia della natura della patologia, ha dato ottimi risultati, garantendo il completo benessere della paziente.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail