Ricerca avanzata

Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2003 Ottobre-Dicembre;16(5-6) > Chirurgia 2003 Ottobre-Dicembre;16(5-6):189-92

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI

ULTIMO FASCICOLOCHIRURGIA

Rivista di Chirurgia

Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0394-9508

Online ISSN 1827-1782

 

Chirurgia 2003 Ottobre-Dicembre;16(5-6):189-92

 CASI CLINICI

Addome acuto secondario a localizzazione intra-addominale di tumore desmoide. Caso clinico

Vaiana R., Codignola C., Cascioli P., Tonti C., Prandini V., Morandi G.

I tumori desmoidi prendono origine da fibrociti e miofibrociti delle strutture muscolo-aponeurotiche dell'addome (parietali e intra-addominali) e della cute e sottocute di svariate regioni corporee.
Per le loro caratteristiche istopatologiche e per l'incapacità di dare metastasi sono considerati neoplasie benigne; presentano, tuttavia, una spiccata tendenza all'invasività locale, specie nel comparto intra-addominale, dove possono crescere in senso volumetrico e, contemporaneamente, manifestarsi con i caratteri di una fibromatosi mesenterica diffusa retroperitoneale che può causare ostruzione gastrointestinale, vascolare e ureterale.
I quadri clinici conseguenti alla localizzazione intra-addominale di queste lesioni variano dai disturbi dell'alvo, che possono evolvere alla subocclusione e all'occlusione intestinale, all'angina abdominis, all'ischemia intestinale e all'idroureteronefrosi.
Infrequente, invece, è un esordio clinico con le caratteristiche di addome acuto, dovuto a peritonite stercoracea da perforazione intestinale. Viene presentato un caso di tumore desmoide, esordito con un quadro di peritonite e confrontato con le esperienze riportate nella letteratura internazionale.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina