Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2003 October-December;16(5-6) > Chirurgia 2003 October-December;16(5-6):185-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2003 October-December;16(5-6):185-8

lingua: Inglese

Double approach synovectomy in the treatment of pigmented villo-nodular synovitis of the hip. A case report

Rosa M. A., Falcone G., De Santis V., Caminiti R.


PDF  


La sinovite villo-nodulare pigmentosa dell'anca è un processo benigno di natura sconosciuta che presenta un'attitudine alle recidive locali. La localizzazione a livello dell'articolazione dell'anca è rara ed è spesso associata al coinvolgimento dell'osso, che ne complica il trattamento. Il trattamento degli stadi precoci della malattia, nei quali lo spazio articolare è conservato, consiste nella sinoviectomia e nell'escisione delle lesioni intraossee, seguite dal trapianto osseo. La lussazione dell'articolazione dell'anca è indispensabile, se si vuole eseguire una escisione completa, a causa del comune coinvolgimento della porzione anteriore e di quella posteriore dell'articolazione. Il rischio potenziale di necrosi avascolare deve essere tenuto in considerazione. Gli autori presentano un caso clinico di un paziente trattato presso il loro Istituto, dove è stata eseguita una sinoviectomia con doppio approccio, al fine di evitare la dislocazione dell'anca. Dopo 5 anni di follow-up, il paziente si presenta guarito dalla patologia, senza segni di necrosi avascolare o di osteoartrosi. Gli autori ritengono che la procedura eseguita sia sicura, priva di importanti complicanze e affidabile, in considerazione dell'età del paziente e dei rischi associati alla dislocazione dell'anca.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail