Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2003 Ottobre-Dicembre;16(5-6) > Chirurgia 2003 Ottobre-Dicembre;16(5-6):179-82

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Chirurgia 2003 Ottobre-Dicembre;16(5-6):179-82

lingua: Italiano

Carcinoma tiroideo in nodo scintigraficamente «caldo». Casi clinici

Cotellese R., Mariano F., Mercuri D., Legnini M., Francomano F.


PDF  


La coesistenza tra ipertiroidismo e carcinoma tiroideo non è più considerata un evento occasionale. Tuttavia l'insorgenza di un cancro tiroideo nell'ambito di un nodo scintigraficamente «caldo» rappresenta certamente un evento inusuale. Gli Autori, prendendo spunto dall'osservazione di 2 pazienti affetti da adenoma tossico singolo sottoposti a chirurgia, in cui fu diagnosticato un carcinoma tiroideo, si soffermano sulle condizioni e sui fenomeni responsabili delle difficoltà diagnostiche determinate da tale possibile associazione e analizzano la strategia chirurgica più appropriata nel trattamento delle tireopatie iperfunzionanti in base al rischio di neoplasia associata. Il paziente ipertiroideo deve essere, dunque, esaminato sempre con scrupolo per escludere la possibilità di una patologia maligna.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail