Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2003 February;16(1) > Chirurgia 2003 February;16(1):9-14

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Chirurgia 2003 February;16(1):9-14

Copyright © 2003 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Keloids: combined therapeutic solutions

Valdatta L. A., Buoro M., Thione A., Tuinder S., Mortarino C., Faga A.


PDF  


Obiettivo. I cheloidi sono cicatrici patologiche dolenti, rilevate, che proliferano oltre i confini originali della ferita e che recidivano dopo asportazione chirurgica. La loro eziologia è piuttosto discussa e molte ipotesi sono state avanzate. Non esiste una singola causa nota, ma sono stati individuati molteplici fattori che modificano ed incrementano il normale processo di guarigione di ferita e che possono essere coinvolti nella genesi dei cheloidi; per tale motivo esistono molteplici approcci terapeutici, diretti contro ciascuno dei fattori causali.
Metodi. Considerando le diverse strategie terapeutiche ed i meccanismi fisiopatologici che contrastano, abbiamo trovato la soluzione più promettente nell'associazione di chirurgia, radioterapia postoperatoria e medicazioni compressive con gel di silicone.
Risultati. Sette su 11 cheloidi (9 pazienti) trattati secondo questo protocollo non sono recidivati dopo un periodo di follow-up di 2 mesi-3 anni; in un paziente, 18 mesi dopo l'intervento chirurgico, si è sviluppata una cicatrice ipertrofica che è regredita dopo un trattamento di 3 mesi con gel di silicone; 3 cheloidi sono recidivati dopo 3-5 mesi dalla loro asportazione.
Conclusioni. Considerando i risultati ottenuti in questo limitato campione di pazienti, crediamo che l'associazione di chirurgia, radioterapia e gel di silicone rappresenti una possibile modalità di trattamento combinato degna di considerazione, che necessiterà di essere verificata su gruppi più numerosi in studi successivi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail