Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2003 February;16(1) > Chirurgia 2003 February;16(1):5-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Chirurgia 2003 February;16(1):5-8

Copyright © 2003 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Use of an aspiration apparatus in the surgical treatment of echinococcal cysts

Chiotis A., Tsaroucha A. K., Ioannidis A., Tsagas N.


PDF  


Viene presentata una metodica di aspirazione che garantisce una assoluta sicurezza, attraverso l'utilizzo di un apparecchiatura di aspirazione appositamente progettata, che riduce il rischio di contaminazione peritoneale. L'apparecchiatura e la metodica sono state clinicamente testate per la 1° volta su di un paziente di sesso maschile di 16 anni, che presentava una cisti ricorrente da Echinococco (diametro di 11 cm) localizzata a livello del lobo destro del fegato. Il paziente è stato sottoposto a intervento chirurgico. Per eseguire l'aspirazione della cavità della cisti e l'irrigazione con soluzione scolicida di NaCl (15%), è stato utilizzata un'apparecchiatura appositamente progettata. Nel corso della puntura della cisti è fuoriuscita una piccola quantità di fluido di echinococco, che è stata completamente raccolta e trattenuta dall'apparecchiatura. Tale quantità di fluido è stata poi aspirata dall'apparecchiatura, senza raggiungere la cavità peritoneale. La rimozione dell'apparecchiatura è stata seguita dalla cistectomia incompleta e dal drenaggio della cavità peritoneale. Il paziente è andato incontro a un ottimo recupero ed è stato dimesso 8 giorni dopo l'intervento chirurgico. Al termine di 24 mesi di follow-up, il paziente gode di buona salute e tutti i test sono negativi per le recidive. Il test di emoagglutinazione indiretta è negativo.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail