Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2001 June-August;14(3-4) > Chirurgia 2001 June-August;14(3-4):133-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Chirurgia 2001 June-August;14(3-4):133-6

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Fattori determinanti la deiscenza delle anastomosi colo-rettali. Osservazioni personali e revisione della letteratura

Nistri R., Vitali A., Basili G., Carrieri P.


PDF  


Obiettivo. Negli interventi sul colon la gran parte della morbilità e circa un terzo dei decessi sono da riferire alla deiscenza dell'anastomosi che sembra essere ­ dopo lo stadio del tumore ­ il fattore che favorisce maggiormente la recidiva neoplastica. I fattori di rischio relativi alla deiscenza anastomotica sono molti, ma quelli che appaiono avere il maggior peso sono essenzialmente due e cioè l'avere effettuato una radioterapia preoperatoria ed il livello al quale viene confezionata l'anastomosi stessa.
Metodi. Gli Autori hanno revisionato 100 pazienti sottoposti a chirurgia demolitiva del retto negli ultimi 3 anni.
Risultati. La deiscenza dell'anastomosi è stata riscontrata nel 6,3% delle osservazioni, tutte per tumori del retto al di sotto dei 7 cm dall'orifizio anale.
Conclusioni. Dei fattori di rischio nei confronti della deiscenza anastomotica, l'unico ad essere confermato dall'esperienza personale è stato quello relativo al livello distale della resezione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail