Ricerca avanzata

Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2000 Ottobre-Dicembre;13(5-6) > Chirurgia 2000 Ottobre-Dicembre;13(5-6):289-92

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI

ULTIMO FASCICOLOCHIRURGIA

Rivista di Chirurgia

Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0394-9508

Online ISSN 1827-1782

 

Chirurgia 2000 Ottobre-Dicembre;13(5-6):289-92

 RAPPORTI CLINICI

Sindrome di Ogilvie (Tre casi clinici)

Spirito G., Spirito C., Durante V., Secondo P., Saccomani G. E., Gramegna A., Pellicci R.

La sindrome di Ogilvie è caratterizzata da una massiva dilatazione acuta del colon non legata ad una ostruzione meccanica viscerale. La fisiopatologia della sindrome è tuttora sconosciuta. Ogilvie, che per primo descrisse il quadro nel 1948, ha supposto uno squilibrio del controllo nervoso sulla motilità colica. L'aspetto clinico e radiologico mima una ostruzione meccanica del grosso intestino. La complicanza più temibile è la perforazione del colon che si può verificare quando il diametro cecale è superiore ai 9-12 cm. Se la gestione conservativa (decompressione mediante colonscopia) non ha successo nel controllo della dilatazione cecale ed il rischio di perforazione si fa concreto, è indicato un approccio chirurgico urgente. Gli Autori hanno riportato una revisione delle possibilità terapeutiche percorribili ed hanno presentato 3 casi personali.

lingua: Italiano


Full text temporaneamente non disponibile on-line. Contattaci  ESTRATTI

inizio pagina