Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2000 June;13(3) > Chirurgia 2000 June;13(3):155-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Chirurgia 2000 June;13(3):155-8

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

L’iperplasia intimale: una complicanza tardiva nella chirurgia delle lesioni dei tronchi sovra-aortici

Rampoldi V., Tolva V., Trimarchi S., Mezzetti R.


PDF  


Obiettivo. Una stenosi carotidea dopo intervento di endoarterectomia (EAC) risulta essere un fenomeno relativamente frequente, legato ai processi di cicatrizzazione intimale ed avventiziale.
Metodi. Per molti pazienti una lieve restenosi è parte della normale guarigione postoperatoria. Restenosi più severe comprese tra il 40-50% si presentano nel 10-20% dei pazienti operati. Anche in questi casi queste sono da considerarsi forme benigne prive di significatività emodinamica. Nel 5% dei casi le restenosi carotidee sono sintomatiche.
Risultati. I follow-up a distanza dimostrano che il processo si sviluppa rapidamente in coincidenza con il primo periodo postoperatorio ed in ogni caso entro i due dall'intervento.
Conclusioni. Questo tipo di lesione si manifesta principalmente nel sesso femminile (68%) legato in primo luogo all'ipercolesterolemia ed al tabagismo.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail