Ricerca avanzata

Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2000 Febbraio;13(1) > Chirurgia 2000 Febbraio;13(1):57-62

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI

ULTIMO FASCICOLOCHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

Chirurgia 2000 Febbraio;13(1):57-62

 NOTE DI TECNICA

Bendaggio gastrico regolabile per via laparoscopica: gli insegnamenti della «learning curve»

Silecchia G., Elmore U., Restuccia A., Polito D., Perrotta N., Bacci V., Basso M. S., Cuzzolaro M., Basso N.

Obiettivo. Il bendaggio gastrico regolabile eseguito per via laparoscopica (LASGB) è l¹intervento bariatrico più diffuso in Europa. Lo scopo del presente lavoro è stato quello di valutare i risultati alla luce dei criteri di selezione utilizzati dallo staff multidisciplinare, analizzando in particolare il periodo di «learning curve».
Metodi. Dal gennaio 1996 al febbraio 1999 sono stati esaminati 460 casi, dei quali 105 (79 F, 26 M), di età media 38,6 (20-62) anni, peso medio 119,7 (89-170) kg, BMI medio 44,3 (35-57,3), sono stati sottoposti a LASGB. Il Lap-Band® McGhan-BioEnterics è stato posizionato in modo da creare una tasca di 15-20 cc. Alla fine dell¹intervento l¹anello è stato sempre desufflato.
Risultati. Le cause più frequenti di esclusione sono state: BMI (< 35 o > 50) ed età (< 18 o > 65 anni) (33%), problemi psichici (12%), presenza di grossa ernia iatale (8%). La percentuale di conversione è stata del 3,8%. Un paziente è deceduto per embolia polmonare il II giorno postoperatorio. Il tempo operatorio medio è stato di 106 min (45-180). La degenza media è risultata di 2,5 giorni (1-9). Le complicanze maggiori sono state pari al 5,7%: 1 slippage (15 giorni p.o.) una dilatazione della tasca (12 mesi p.o.); 4 migrazioni (6-18 mesi p.o.). Un band è stato rimosso per problemi psicologici. Cinque anelli sono stati rimossi con un approccio mini-invasivo. Due pazienti sono in follow-up endoscopico.
Conclusioni. La maggior parte delle complicanze maggiori sono state osservate nel periodo della «learning curve»(pazienti 1-30). L¹accurato follow-up eseguito dallo staff multidisciplinare (endocrinologo-nutrizionista, dietista, psichiatra, endoscopista, chirurgo) ha permesso di diagnosticare precocemente le complicanze specifiche e di migliorare sia la selezione dei candidati sia la compliance dei pazienti.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina