Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 1999 December;12(6) > Chirurgia 1999 December;12(6):415-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Chirurgia 1999 December;12(6):415-8

lingua: Italiano

Tiroidectomia totale con identificazione delle parotiroidi per patologia maligna della tiroide (Implicazioni funzionali)

Giovannini C., Pirozzi R., Pronio A., Montesani C.


Full text temporaneamente non disponibile on-line. Contattaci  


Obiettivo. L'incidenza dei tumori maligni della tiroide si attesta intorno ai valori di 4/100.000/anno nella popolazione caucasoide. Tale tipo di patologia richiede necessariamente un intervento di tiroidectomia totale che si prefigge lo scopo di non lasciare alcun residuo tiroideo. Pur nel pieno rispetto della radicalità oncologica, si rende tuttavia necessaria la salvaguardia dell'integrità delle ghiandole paratiroidi. Obiettivo del presente lavoro è stato quello di valutare la funzionalità paratiroidea in pazienti sottoposti a tiroidectomia totale radicale per patologia maligna della tiroide.
Metodi. Dal 1990 al 1997 abbiamo eseguito 337 tiroidectomie totali, 60 delle quali per patologia maligna della tiroide (45 ca. papilliferi, 8 ca. follicolari, 3 ca. midollari, 2 ca. anaplastici e 2 linfomi non Hodgkin). In 5 casi abbiamo eseguito inoltre una linfectomia latero-cervicale monolaterale e in 2 casi bilaterale. Abbiamo riportato 10 casi di ipoparatiroidismo postoperatorio, 1 con segni clinici e 9 con segni sia clinici che biologici.
Risultati. I valori della calcemia sono tornati alla normalità a partire dalla III giornata postoperatoria in 9 casi ed in un solo caso dalla X giornata. In nessun caso abbiamo riscontrato un ipoparatiroidismo definitivo, né lesioni ricorrenziali.
Conclusioni. La scintigrafia tiroidea effettuata con 131I a 40 giorni dall'intervento ha fatto rilevare mediamente una captazione in sede tiroidea a 24 ore non superiore al 2%, che dimostra la pressoché totale assenza di tessuto tiroideo macroscopico residuo.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail