Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 1999 Ottobre;12(5) > Chirurgia 1999 Ottobre;12(5):367-72

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

RAPPORTI CLINICI  


Chirurgia 1999 Ottobre;12(5):367-72

lingua: Italiano

L'elastofibroma dorsale

Briccoli A., Smerieri A., Di Renzo M., Guicciardi L., De Bernardinis G., Mercuri M.


Full text temporaneamente non disponibile on-line. Contattaci  


Gli Autori descrivono tre casi di elastofibroma del dorso trattati chirurgicamente.
L'elastofibroma dorsale è una neoformazione delle parti molli simil-tumorale che si presenta usualmente come una massa solida in sede sottoscapolare, unilaterale o bilaterale, tenacemente adesa al piano profondo. La sua istogenesi è riconducibile ad un'iperplasia delle fibre elastiche, ben evidenziabili con le opportune colorazioni istologiche. La Risonanza Magnetica Nucleare è l'indagine diagnostica più utile: con essa infatti si evidenziano aree intralesionali di media ed alta intensità di segnale in un contesto di tessuto a bassa intensità, propria del tessuto fibroelastico. La diagnosi differenziale va posta con la fibromatosi, il tumore desmoide ed i sarcomi delle parti molli. In ogni caso è da raccomandare una biopsia incisionale chirurgica per una corretta diagnosi. L'astensionismo può trovare indicazione innanzi a lesioni asintomatiche, di dimensioni contenute. Nei casi sintomatici o in accrescimento volumetrico il trattamento elettivo è l'exeresi chirurgica che può essere marginale. Non sono stati segnalati casi di trasformazione maligna né si sono osservate recidive locali dopo asportazione chirurgica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail