Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 1999 Ottobre;12(5) > Chirurgia 1999 Ottobre;12(5):327-32

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Chirurgia 1999 Ottobre;12(5):327-32

lingua: Italiano

Evoluzione del trattamento della litiasi colecisto-coledocica in Piemonte dal 1992 al 1997

Guglielminotti P., Brachet Contul R., Giraudo G., Morino M.


Full text temporaneamente non disponibile on-line. Contattaci  


Obiettivo. Ai fini di ottenere un panorama generale sulle attuali tecniche per il trattamento della litiasi colecisto-coledocica abbiamo condotto un'indagine presso le Divisioni di chirurgia del Piemonte, comparandone i risultati con quelli ottenuti da uno studio analogo effettuato sul medesimo territorio nel biennio 1992-1993.
Metodi. Di 4601 pazienti colecistectomizzati nel 1997 in 35 Divisioni, 553 (12%) furono sottoposti a trattamento per associata litiasi della via biliare principale (VBP). La presenza di calcoli coledocici era già nota nel preoperatorio in 435 (79%; 25% del totale) pazienti.
Risultati. Il trattamento tradizionale: chirurgia aperta oppure bonifica endoscopica della VBP seguita da colecistectomia laparotomica fu applicata in 85 casi (20%); 335 (77%) pazienti furono sottoposti a colangio-pancreatografia retrograda endoscopica (ERCP) con esecuzione di papillo-sfinterotomia (ES) seguita o preceduta da colecistectomia laparoscopica (LC), mentre solo 6 (1%) pazienti fu trattato in tempo unico laparoscopico, sia con approccio transcistico che coledocotomico. Il trattamento combinato endo-laparoscopico fu applicato in 9 casi (2%). Nei 118 pazienti (21; 2,5% del totale) con reperto intraoperatorio di litiasi associata colecisto-coledocica, il trattamento fu chirurgia tradizionale in 78 casi (66%) e mininvasiva in 40 (34%).
Conclusioni. In conclusione, rispetto 5 anni or sono, vi è una netta predominanza della metodica laparoscopica per il trattamento della colelitiasi e un vasto impiego della tecnica sequenziale ERCP+LC per il trattamento della litiasi colecisto-coledocica. Nei casi diagnosticati in intraoperatorio è ancora preminente il ruolo della chirurgia tradizionale. Scarsa a tutt'oggi la diffusione del trattamento mininvasivo in un tempo unico, interamente laparoscopico oppure combinato laparoscopico-endoscopico; questo fatto mette in evidenza una forte discrepanza tra la «letteratura chirurgica» e la «realtà clinica».

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail