Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 1999 August;12(4) > Chirurgia 1999 August;12(4):291-4

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Chirurgia 1999 August;12(4):291-4

Copyright © 1999 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Effetti del ritardo diagnostico sul trattameto e sulla sopravvivenza nei pazienti affetti da cancro duttale pancreatico

Pantalone D., Bontà M., Allocca A., Nincheri M., Borri A.


PDF  


Obiettivo. L'obiettivo è stato quello di fare il punto della situazione delle neoplasie pancreatiche le quali presentano mediamente una sopravvivenza a 5 anni compresa tra l'1 e il 5%. L'unica prospettiva di cura al momento è quella chirurgica, e solo in casi selezionati in fase precoce ha possibilità di cura fino al 30%.
In questo studio sono stati presi in considerazione diversi aspetti: le difficoltà di fare diagnosi in fase precoce, l'iter diagnostico, lo stato dell'arte per il trattamento chirurgico e i vari aspetti della ricerca sulla biologia dei tumori e sulla genetica.
Metodi. Abbiamo selezionato 77 pazienti tra quelli giunti alla nostra osservazione negli anni 1972-1993. Solo il 24,7% di essi è stato operabile con intenti curativi.
Risultati. La sopravvivenza di questi pazienti 5 anni è stata del 31,5% mentre quella globale solo del 5,2%.
Conclusioni. Questi risultati confermano che la strada da percorrere è quella di definire un «early pancreatic cancer» e come identificarlo. Questo è l'obiettivo da perseguire per incidere significativamente sulle possibilità di sopravvivenza di questi pazienti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail