Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 1999 April;12(2) > Chirurgia 1999 April;12(2):131-4

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

CHIRURGIA

Rivista di Chirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

RAPPORTI CLINICI  


Chirurgia 1999 April;12(2):131-4

lingua: Italiano

Sarcoma dei tessuti molli radioindotto dopo chirurgia conservativa della mammella e revisione della letteratura

Frattini V., Barbera D., Rampi R., Giardina G., Bardelli D., Colombo L.


PDF  


I sarcomi dei tessuti molli successivi a terapia radiante per cancro della mammella rappresentano un evento piuttosto raro che si verifica approssimativamente nello 0,2% dei casi.
Nel presente lavoro viene riportato il caso di una paziente affetta da sarcoma mammario diagnosticato a distanza di 8 anni dal precedente trattamento radiante eseguito per cancro della mammella: gli aspetti peculiari di questo caso clinico vengono rapportati con le esperienze di altri Autori.
Nel caso clinico riportato la comparsa di una piccola neoformazione sottocutanea sull'ascellare media ha condotto alla diagnosi di leiomiosarcoma il quale è stato asportato chirurgicamente senza necessitare di ulteriori terapie adiuvanti.
La revisione della letteratura dimostra che lo sviluppo di sarcoma dei tessuti molli secondario a terapia radiante in pazienti sottoposte a trattamento per cancro della mammella, è una manifestazione con caratteristiche piuttosto differenti. Gli effetti dipendenti dalle differenti modalità di somministrazione delle radiazioni ionizzanti e possibili terapie vengono analizzate e discusse. Questo caso riporta la possibilità di una completa remissione della malattia sarcomatosa mediata dall'exeresi della neoplasia stessa che risulta essere l'approccio terapeutico più adeguato in quanto i tentativi eseguiti mediante chemioterapia sono risultati essere privi di risultati incoraggianti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail