Home > Riviste > Medicina e Chirurgia della Caviglia e del Piede > Fascicoli precedenti > Chirurgia del Piede 2012 December;36(3) > Chirurgia del Piede 2012 December;36(3):149-53

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA E CHIRURGIA DELLA CAVIGLIA E DEL PIEDE

Rivista di Anatomia, Fisiopatologia e Chirurgia del Piede


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Chirurgia del Piede 2012 December;36(3):149-53

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Tenorrafia achillea percutanea: risultati a 10 anni di distanza

Scarfì G. 1, Veneziani C. 1, Simoncini R. 2, Mondanelli N. 1

1 Department of Surgical Sciences, Florence University, Florence, Italy; 2 Second Radiodiagnostic Unit, CTO Hospital, AOUC, Florence, Italy


PDF  


Obiettivo. La rottura sottocutanea del tendine d’Achille è una patologia in progressivo aumento di pari passo con l’aumentare della pratica sportiva soprattutto a livello non agonistico, ma il suo trattamento resta ancora controverso con un dibattito sempre aperto tra i fautori del trattamento conservativo e quelli del trattamento chirurgico. La sutura percutanea descritta da Ma e Griffith nel 1977 appare la giusta via di mezzo in grado di garantire i vantaggi dell’intervento chirurgico minimizzandone le complicazioni. La validità di questa tecnica è andata sempre più affermandosi negli ultimi anni e noi la utilizziamo, con alcune modifiche, dal 1997. Scopo di questo lavoro è la valutazione a distanza di 10 anni dei risultati dei primi 20 casi operati nel periodo che va dal 1997 al 1999.
Metodi. Al controllo abbiamo valutato i nostri pazienti soggettivamente con un questionario e clinicamente avvalendoci di una scheda che teneva conto della circonferenza del polpaccio, della motilità articolare della caviglia della possibilità di stazione eretta in equinismo bipodalico e monopodalico sul lato leso. Abbiamo quindi eseguito un controllo ecografico comparativo e un esame RM per valutare in maniera più accurata la struttura, la forma e le dimensioni del tendine operato.
Risultati. I risultati sono stati tutti buoni e non abbiamo avuto recidive; abbiamo osservato un persistente aumento di spessore del tendine ma senza evidenti alterazioni strutturali.
Conclusioni. I risultati ottenuti, valutati a 10 anni di distanza, dimostrano che la sutura percutanea del tendine d’Achille è una tecnica semplice, affidabile, di basso costo e molto gradita dai pazienti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail