Home > Riviste > Medicina e Chirurgia della Caviglia e del Piede > Fascicoli precedenti > Chirurgia del Piede 2012 August;36(2) > Chirurgia del Piede 2012 August;36(2):81-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA E CHIRURGIA DELLA CAVIGLIA E DEL PIEDE

Rivista di Anatomia, Fisiopatologia e Chirurgia del Piede


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

REVIEW  


Chirurgia del Piede 2012 August;36(2):81-9

lingua: Italiano

L’osteotomia del collo astragalico nel trattamento del piede piatto valgo strutturato non artrosico: indicazioni, clinica, biomeccanica

Castaman E.

Reparto di Ortopedia e Traumatologia - Ospedale Civile U.L.S.S. 5 - Montecchio Maggiore (VI)


PDF  


La strutturazione in piatto-valgismo di una displasia pronatoria alla coxa-pedis impone correttivamente la rimozione in quest’ambito dei vincoli resistenti, il più determinante dei quali è l’ipermetria dell’osso astragalico, fattore protagonista nel causarne e mantenerne l’irriducibile sublussazione infero-mediale.
Tecnica di accorciamento direzionale con cui mobilizzarlo e riporlo in sede, laddove condizioni di buona conservazione condrale dissuadano da antieconomiche artrodesi di sottrazione, è l’osteotomia di resezione-riorientamento cervicale, che si rivela particolarmente idonea a ricentrare la testa nella glena calcaneo-scafoidea.
Pubblicata ormai storicamente da B. Regnault, ha procedura lineare e precisa, prevedendo gesti operatori semplici ma che devono comunque rispettare accuratamente il circolo ematico endosseo e realizzare una sintesi a compressione di assoluta efficacia; di alto rendimento anatomo-funzionale, è però poco diffusa e, nelle giuste indicazioni, ne appare auspicabile un maggiore utilizzo.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail