Home > Riviste > Medicina e Chirurgia della Caviglia e del Piede > Fascicoli precedenti > Chirurgia del Piede 2010 August;34(2) > Chirurgia del Piede 2010 August;34(2):105-10

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA E CHIRURGIA DELLA CAVIGLIA E DEL PIEDE

Rivista di Anatomia, Fisiopatologia e Chirurgia del Piede


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

CASI CLINICI  


Chirurgia del Piede 2010 August;34(2):105-10

Copyright © 2010 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Case report: osteoma osteoide del cuboide tarsale

Centaro G., Bratulich A., Grassi Mantelli A.

1 Azienda Sanitaria Ospedaliera S. Croce e Carle, Cuneo 2 Ospedale Mauriziano “Umberto I”, Torino


PDF  


Riportiamo il caso di un uomo di 28 anni deferito alla nostra sezione con una storia clinica di diciotto mesi di sintomatologia dolorosa alla parte laterale del piede destro, senza alcun trauma evidenziato. Il dolore non è risultato responsivo né agli anti-dolorifici né ai salicilati ed ha costretto il paziente ad utilizzare dei dispositivi che lo aiutassero a deambulare. Abbiamo effettuato un esame radiografico ai raggi X, una risonanza magnetica nucleare, una tomografia computerizzata ed abbiamo deciso di attuare un intervento chirurgico con rimozione della lesione per sospetto osteoma osteoide del cuboide tarsale. Il paziente è stato bene immediatamente dopo l’intervento. La localizzazione dell’osteoma osteoide nel piede è inusuale (4% del totale), nella maggior parete dei casi si localizza nel tallone, la localizzazione nel cuboide tarsale è un evento eccezionale, così l’osteoma può non essere immediatamente identificato a causa della sua localizzaione e dei sintomi atipici, determinando diagnosi e trattamenti errati.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail