Home > Riviste > Medicina e Chirurgia della Caviglia e del Piede > Fascicoli precedenti > Chirurgia Del Piede 2007 Agosto;31(2) > Chirurgia Del Piede 2007 Agosto;31(2):61-9

ULTIMO FASCICOLOMEDICINA E CHIRURGIA DELLA CAVIGLIA E DEL PIEDE

Rivista di Anatomia, Fisiopatologia e Chirurgia del Piede


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

REVIEW  


Chirurgia Del Piede 2007 Agosto;31(2):61-9

lingua: Italiano

Dismorfismi del piede e gonalgie anteriori

Pisani G.

Centro di Chirurgia del Piede “Prof. G. Pisani” Casa di Cura “Fornaca di Sessant”, Torino


PDF  ESTRATTI


Premessi i concetti di torsione e rotazione e di astragalo osso del piede ed astragalo osso della gamba, viene definito il quadro clinico del piede cavo-valgo. Apparentemente piatto per affrontamento al suolo del suo versante mediale e il valgo di calcagno, si differenzia dal vero piede piatto per il suo profilo esterno concavo, per l’impronta podoscopica di piede cavo e per la intrarotazione dell’arto. A differenza del piede piatto che è il ponte che crolla sul piano sagittale perdendo la sua struttura a volta, il piede cavo-valgo è il ponte che si rovescia di lato mantenendo la sua strutturazione a volta. Essendo in carico (catena cinetica chiusa) l’astragalo osso della gamba, la sua adduzione, evertendo, si traduce sul piano orizzontale in una intrarotazione che si trasferisce solidalmente all’arto inferiore. Di questo è espressione lo strabismo convergente di rotula con disassetto funzionale femoro-rotuleo; questo, persistendo in corso di accrescimento, può portare a dismorfismi, apparentemente primitivi, della tuberosità tibiale per sua progressiva migrazione e trocleari. Del pari la intrarotazione dell’arto secondaria a piede cavo-valgo riduce, compensando funzionalmente la fisiologica antiversione d’anca, la componente meccanica dell’ileo-psoas nella correzione della fisiologica antiversione. Gonalgie transitorie adolescenziali possono trovare giustificazione nel prosieguo, in detto periodo, della fase di accrescimento peroneale ancora in atto e che, seppur tardivamente, può portare a riassetto del retropiede.

inizio pagina