Home > Riviste > Medicina e Chirurgia della Caviglia e del Piede > Fascicoli precedenti > Chirurgia Del Piede 2006 April;30(1) > Chirurgia Del Piede 2006 April;30(1):21-4

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA E CHIRURGIA DELLA CAVIGLIA E DEL PIEDE

Rivista di Anatomia, Fisiopatologia e Chirurgia del Piede


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Chirurgia Del Piede 2006 April;30(1):21-4

lingua: Italiano

Ricerca di nuovi fattori predittivi di recidiva nella chirurgia dell’alluce valgo

Valeo M., Costanzo G. D., Colosi A., D’Antonio E., Clerici Bagozzi F.

Dipartimento di Scienze dell’Apparato Locomotore Ospedale Umberto I di Roma Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Roma


PDF  


Obiettivo. Ricerca di nuovi fattori predittivi di recidiva nella chirurgia dell’alluce valgo con parametri matematici oggettivi. L’obiettivo è diminuire il numero delle recidive, la più importante causa di fallimento in questi interventi.
Metodi. Lo studio è stato condotto su 53 pazienti d’età compresa tra i 40 e 60 anni operati d’alluce valgo mono o bilaterale con tecnica di Chevron. Per la valutazione dei pazienti è stata usato l’“AOFAS Score” e una valutazione radiologica (proiezioni in 2p) con misurazione degli angoli intermetatarsali e metatarfsofalangei pre e post operatoria e con controlli a 1,3,6 mesi.
Risultati. Dei pazienti operati hanno avuto un risultato negativo (meno di 60/100 secondo “AOFAS Score”) il 15%, con variazione degli angoli intermetatarsali già nel primo mese dopo l’intervento.
Usando i dati raccolti è stato possibile creare un indice di correzione dell’angolo intermetatarsale valutando gli angoli preoperatori e attraverso le misurazioni postoperatorie abbiamo ricavato dei fattori predettivi precoci di recidiva.
L’indice ha permesso di porre un valore predittivo minimo da applicare alla correzione dell’alluce valgo.
Conclusioni. Lo studio ha dato un nuovo mezzo di valutazione chirurgica della correzione dell’alluce valgo attraverso un metodo di tipo oggettivo e un indice che dovrebbe indirizzare a migliorare l’uso della tecnica secondo Chevron. L’indice dovrà ora essere provato con grandi numeri di pazienti ed eventualmente migliorato con fattori di correzione. Un’altra possibilità sarà creare degli indici corretti per ogni tecnica chirurgica utilizzata.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail