Home > Riviste > Medicina e Chirurgia della Caviglia e del Piede > Fascicoli precedenti > Chirurgia Del Piede 2003 March;27(1) > Chirurgia Del Piede 2003 March;27(1):25-32

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA E CHIRURGIA DELLA CAVIGLIA E DEL PIEDE

Rivista di Anatomia, Fisiopatologia e Chirurgia del Piede


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Chirurgia Del Piede 2003 March;27(1):25-32

Copyright © 2003 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Rotture legamentose di caviglia. Riparazione in acuto o plastica nei postumi?

Novaretti G.


PDF  


Obiettivo. L'autore attraverso l'analisi della loro esperienza, si propone di valutare la strategia terapeutica migliore per affrontare una rottura dei legamenti esterni di caviglia, nelle distorsioni gravi di caviglia.
Metodi. Vengono comparati i risultati delle riparazioni chirugiche in acuto delle rotture legamentose laterali di caviglia con i risultati delle ricostruzioni legamentose secondarie nei postumi di tali rotture (instabilità cronica di caviglia e retropiede) in 2 gruppi di pazienti con un follow-up di circa 3 anni e mezzo.
Risultati. I risultati clinici, funzionali e radiografici migliori si sono presentati nel gruppo delle riparazioni in acuto. Anche i risultati del 2° gruppo sono tuttavia soddisfacenti in un'alta percentuale di casi, ma c'è una piccola percentuale di esiti cattivi, che avrà bisogno di ulteriori interventi ricostruttivi, più impegnativi. Nessun caso trattato in acuto esita in instabilità cronica di retropiede. Non si sono verificate mai complicazioni temibili, come infezioni, necrosi cutanee, TVP in nessuno dei 2 gruppi esaminati.
Conclusioni. Il trattamento conservativo delle distorsioni gravi di caviglia e l'eventuale ricostruzione legamentosa negli esiti complicati è metodo meno costoso che la riparazione in acuto, ma la migliore qualità dei risultati di quest'ultimo metodo, nell'opinione dell'Autore, rende preferibile riparare in acuto le rotture legamentose laterali di caviglia, nei giovani e negli sportivi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail