Home > Riviste > Medicina e Chirurgia della Caviglia e del Piede > Fascicoli precedenti > Chirurgia Del Piede 2000 Marzo;24(1) > Chirurgia Del Piede 2000 Marzo;24(1):53-62

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MEDICINA E CHIRURGIA DELLA CAVIGLIA E DEL PIEDE

Rivista di Anatomia, Fisiopatologia e Chirurgia del Piede


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

REVIEW  


Chirurgia Del Piede 2000 Marzo;24(1):53-62

lingua: Italiano

Le osteotomie distali del I metatarsale nel trattamento chirurgico dell'alluce valgo

Milano L., Marconetto M., Pisani P. C.


PDF  


Le osteotomie distali del I metatarsale permettono una correzione nei tre piani dello spazio della testa metatarsale e pertanto trovano ampia applicazione nel trattamento dell'alluce valgo.
In particolare consentono di correggere l'angolo intermetatarsale dislocando lateralmente la testa e di correggere l'angolo articolare ruotando opportunamente la superficie articolare; inoltre è possibile, qualora indicato, accorciare o allungare il metatarsale e dislocare la testa plantarmente o dorsalmente.
Le indicazioni sono rappresentate da alluci valghi con articolazione metatarso-falangea congruente o incongruente (in quest'ultimo caso è necessario associare un release esterno) con angolo articolare alterato e angolo intermetatarsale non superiore a 20°.
Rappresentano controindicazioni la presenza di alterazioni degenerative, un angolo di abduzione maggiore di 40°, in varismo importante del I metatarsale.
Le complicazioni sono rappresentate essenzialmente da riduzione dell'articolarità, malconsolidazioni o pseudoartrosi e da necrosi avascolare.
Vengono descritte le tecniche attualmente più utilizzate e cioè l'osteotomia di Austin, l'osteotomia di Reverdin (con le modifiche di Green, Laird e Todd) e le osteotomie percutanee.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail