Home > Riviste > Medicina e Chirurgia della Caviglia e del Piede > Fascicoli precedenti > Chirurgia Del Piede 1999 Settembre;23(3) > Chirurgia Del Piede 1999 Settembre;23(3):145-56

ULTIMO FASCICOLOMEDICINA E CHIRURGIA DELLA CAVIGLIA E DEL PIEDE

Rivista di Anatomia, Fisiopatologia e Chirurgia del Piede


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

ARTICOLI SPECIALI  


Chirurgia Del Piede 1999 Settembre;23(3):145-56

lingua: Italiano

Piede e letteratura (Un «piede nuovo»: come nasce, com'è, come funziona e come lo si interpreta)

Paparella Treccia R.


PDF  ESTRATTI


Viene preso in esame il piede dell'uomo alla luce dell'attuale intendimento scientifico, il quale pone di fronte i due paradigmi che si sono succeduti nel dominare la scena della conoscenza della natura: la semplicità e la complessità! Posto alla base del rapporto fra biologia e fisica, il piede dell'uomo, «organo di senso» prima che «organo di moto» e, come tale, fattore di conoscenza, dà il suo valido apporto alla armoniosa confluenza delle opposte fazioni.
Ad una visione sintetica dello stato della conoscenza scientifica, fanno seguito considerazioni relative all'iter che conduce al cospetto, del piede dell'uomo, nella sua forma e nella sua essenza.
In riferimento alla unificazione pensiero-materia, decretata dall'odierna conoscenza della natura, il discorso si trasferisce decisamente nel campo dell'astrazione letteraria. Vien fatto particolare riferimento alla retorica, maestra del dire e, nel contempo, satellite della filosofia, in quanto specchio dell'invenzione delle idee. È nella retorica che la successione vecchio-nuovo trova la più efficace delle esplicazioni.
Questo contributo alla conoscenza del «nuovo» piede dell'uomo fa, infine, cenno dei riflessi delle attuali concezioni scientifiche in podologia e podiatria. Uno sguardo particolare è rivolto all'opportunità del riferimento all'«anima geometrica» (elicità delle forme e dei moti) e alla importanza dell'analisi sistemica nello studio del piede normale e patologico.

inizio pagina