Ricerca avanzata

Home > Riviste > Italian Journal of Maxillofacial Surgery > Fascicoli precedenti > Italian Journal of Maxillofacial Surgery 2006 Aprile-Dicembre;17(1-3) > Italian Journal of Maxillofacial Surgery 2006 Aprile-Dicembre;17(1-3):75-81

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOITALIAN JOURNAL OF MAXILLOFACIAL SURGERY

Rivista di Chirurgia Maxillo-Facciale

Official Journal of the Italian Society of Maxillofacial Surgery

Periodicità: Quadrimestrale

ISSN 1120-7558

Online ISSN 1827-1901

 

Italian Journal of Maxillofacial Surgery 2006 Aprile-Dicembre;17(1-3):75-81

 NOTE DI TECNICA

Alveoloplastiche secondarie precoci nelle labiopalatoschisi: stato dell’arte e preliminary report su una tecnica personale

Cascone P., Arangio P., Marianetti T. M., Tedaldi M., Ramieri V.

Department of Maxillo Facial Surgery La Sapienza University, Rome, Italy

Il nostro lavoro è mirato alla realizzazione di una review della letteratura riguardo a tecniche chirurgiche, obiettivi e risultati dell’alveoloplastica secondaria precoce, ed a proporre la tecnica chirurgica da noi utilizzata nella correzione del difetto osseo alveolare nelle labiopalatoschisi. Attraverso un’analisi della letteratura è emerso che questo trattamento chirurgico è in grado di ripristinare la continuità dell’osso alveolare, prevenire il collasso dell’arcata dentale superiore dopo espansione ortopedica prechirurgica del mascellare, fornire un buon supporto osseo ai denti adiacenti la schisi, rendere possibile l’eruzione dei denti definitivi attraverso l’innesto osseo, ripristinare la simmetria dell’arcata dentaria, migliorare l’estetica del viso, garantire una adeguata presenza di tessuto osseo per una ricostruzione protesica con impianti endoossei e chiudere la fistola oro-nasale. La tecnica chirurgica da noi proposta ha permesso l’esecuzione di circa 30 alveoloplastiche secondarie precoci per le quali è in via di attuazione un follw-up a lungo termine. Concludendo è possibile affermare che l’alveoloplastica secondaria precoce deve essere eseguita prima dell’eruzione dei canini definitivi, la cresta iliaca è il miglior sito di prelievo per l’innesto di tessuto osseo, un trattamento ortopedico ed ortodontico devono essere associati all’intervento chirurgico e un trattamento implantologico è necessario in assenza di elementi dentari naturali.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina