Ricerca avanzata

Home > Riviste > Italian Journal of Maxillofacial Surgery > Fascicoli precedenti > Italian Journal of Maxillofacial Surgery 2006 Aprile-Dicembre;17(1-3) > Italian Journal of Maxillofacial Surgery 2006 Aprile-Dicembre;17(1-3):71-4

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOITALIAN JOURNAL OF MAXILLOFACIAL SURGERY

Rivista di Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Maxillofacial Surgery

 

Italian Journal of Maxillofacial Surgery 2006 Aprile-Dicembre;17(1-3):71-4

 CASI CLINICI

Odontoameloblastoma: caso clinico e revisione della letteratura

Nastro Siniscalchi E. 1, Ferlito S. 2, Salomone E. 3, Catalfamo L. 4, Romano F. 1, De Ponte F. S. 1

1 Department of Maxillofacial Surgery University of Messina, Messina, Italy
2 Department of Odonstostomatological Pathology University of Catania, Catania, Itayl
3 Department of Pathology A.O.U. Vittorio Emanuele-Ferrarotto-Santo Bambino Catania, Italy
4 Department of Plastic Surgery University of Messina, Messina, Italy

L’odontoameloblastoma (OA), noto anche come odontoma ameloblastico é una rara neoformazione dei mascellari che include ectomesenchima odontogeno con epitelio odontogeno, somogliante ad un ameloblastoma sia nella morfologia che nel comportamento. L’esatta incidenza é difficile da determinare. Dal 1944, sono stati riportati solo 24 casi in letteratura inglese che soddisfino le caratteristiche istologiche e cliniche di queste lesioni. Viene discusso un caso di Odontoameloblastoma ed una revisione della letteratura. Un uomo di 15 anni é stato inviato al nostro dipartimento per una tumefazione non dolente intraorale del mascellare destro.Il paziente riferiva che le dimensioni della lesione erano gradualmente aumentate da circa dieci mesi. Egli inoltre negava qualsiasi evento traumatico che avesse precedentemente interessato le strutture facciali.L’ ispezione intraorale dimostrava una tumefazione nel quadrante superiore destro estendentesi dall’incisivo centrale sino alla regione premolare. La mucosa sovrastante era normale in colore e consistenza. La radiografia ortopanoramica rivelava la presenza di una lesione estendentesi dall’apice dell’incisivo centrale superiore, al primo premolare omolaterale. La lesione conteneva diverse formazioni radiopache che simulavano strutture dentarie premature.È stata pertanto effettuata una estesa escissione chirurgica della neoformazione. Il pezzo chirurgico non dimostrava alcun segno di malignità, essendo capsulato e ben demarcato dalle strutture adiacenti.L’ esame istologico confermava la diagnosi di odontoameloblastoma. Il paziente é stato controllato clinicamente e radiologicamente ogni sei mesi. Quattro anni dopo, il quadro clinico e radiologico non dimostra segni di malattia.Questo caso conferma la validità della chirurgia conservativa di enucleazione dell’OA, seguita da periodici controlli clinici e radiologici.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina