Home > Riviste > Italian Journal of Maxillofacial Surgery > Fascicoli precedenti > Italian Journal of Maxillofacial Surgery 2006 April-December;17(1-3) > Italian Journal of Maxillofacial Surgery 2006 April-December;17(1-3):25-30

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ITALIAN JOURNAL OF MAXILLOFACIAL SURGERY

Rivista di Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Maxillofacial Surgery


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Italian Journal of Maxillofacial Surgery 2006 April-December;17(1-3):25-30

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

L’impiego dell’osso omologo nelle voluminose neoformazioni cistiche mandibolari in età pediatrica. Analisi clinico/radiologica

Burlini D. 1, Negrini S. 2, Farè M. 3, Rebuffini E. 1, Merulla V. E. 1

1 Paediatric Maxillo-Facial Surgery Unit Children's Hospital, Spedali Civili Brescia, Brescia, Italy
2 Maxillo-Facial Surgery Unit Spedali Civili Brescia, Brescia, Italy
3 Regional Musculoskelatal Tissue Bank Gaetano Pini'' Orthopaedic Hospital, Milan, Italy


PDF  


Obiettivi. Obiettivo del lavoro è di valutare, mediante un’analisi clinica e radiologica, l’utilizzo dell’osso omologo nelle ricostruzioni di lesioni cistiche mandibolari in soggetti in età pediatrica.
Metodi. Sono stati studiati, mediante la comparazione delle immagini radiologiche a 12 mesi, 13 pazienti (di età compresa tra i 7 ed i 14 anni) con lesioni cistiche mandibolari nei quali è stato utilizzato l’osso omologo liofilizzato (chips o stecche) provenienti dalla Banca Regionale del Tessuto muscolo-scheletrico.
Risultati. Le immagini radiologiche a 12 mesi hanno documentato un aspetto omogeneo dell’osso innestato, rispetto la zona circostante, con ripristino della normale morfologia mandibolare.
Conclusioni. Si può concludere che, in considerazione delle caratteristiche organiche dell’osso omologo e della difficoltà nei soggetti pediatrici di reperire materiale di riempimento delle ampie zone di lisi ossea, l’impiego dell’osso omologo rappresenta un’incoraggiante alternativa all’osso autologo.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail