Home > Riviste > Italian Journal of Maxillofacial Surgery > Fascicoli precedenti > Rivista Italiana di Chirurgia Maxillo-Facciale 2005 January-December;16(1-3) > Rivista Italiana di Chirurgia Maxillo-Facciale 2005 January-December;16(1-3):51-4

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ITALIAN JOURNAL OF MAXILLOFACIAL SURGERY

Rivista di Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Maxillofacial Surgery


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Rivista Italiana di Chirurgia Maxillo-Facciale 2005 January-December;16(1-3):51-4

lingua: Inglese

L’uso dei mezzi di osteosintesi riassorbibili nelle fratture dello scheletro facciale in età pediatrica: valutazione clinico-radiologica

Burlini D.

Pediatric Maxillofacial Surgery Unit Children Hospital-Spedali Civili, Brescia, Italy


PDF  


Obiettivo. Viene eseguita un’analisi clinico radiologica della guarigione delle fratture dello scheletro facciale in età pediatrica, trattate chirurgicamente con placche e viti riassorbibili negli anni (2002-2004) nella UDS di Chirurgia Maxillo-Facciale Pediatrica dell’Ospedale dei Bambini degli Spedali Civili di Brescia
Metodi. Dal giugno 2002 al giugno 2004, sono stati trattatati chirurgicamente con placche e viti riassorbibili 30 pazienti pediatrici con fratture dello scheletro facciale. Il follow-up ha previsto un controllo clinico a 1, 3, 6, 12, 24 mesi e radiologico a 1, 6, 12, 24 mesi. Tra i 30 pazienti trattati, random ne sono stati scelti 10; sono stati studiati attentamente dal punto di vista clinico e radiologico, valutando gli eventuali esiti, chiedendo anche ai pazienti, con l’aiuto dei genitori, una valutazione sull’esito chirurgico.
Risultati. In tutti i pazienti le placche riassorbibili hanno dimostrato un’ottima guarigione della rima di frattura, fornendo un’ottima fissazione rigida e un’ottima stabilità. Inoltre, il loro utilizzo ha potuto ridurre i tempi chirurgicisi di guarigione,e soprattutto evitando un reintervento per la rimozione delle placche.
Conclusioni. La nostra esperienza ci consente di considerare i mezzi di fissazione riassorbibile come un’efficace tecnica alternativa di osteosintesi nelle fratture dello scheletro facciale in età pediatrica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail