Home > Riviste > Italian Journal of Maxillofacial Surgery > Fascicoli precedenti > Rivista Italiana di Chirurgia Maxillo-Facciale 2005 Gennaio-Dicembre;16(1-3) > Rivista Italiana di Chirurgia Maxillo-Facciale 2005 Gennaio-Dicembre;16(1-3):27-32

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ITALIAN JOURNAL OF MAXILLOFACIAL SURGERY

Rivista di Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Maxillofacial Surgery


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Rivista Italiana di Chirurgia Maxillo-Facciale 2005 Gennaio-Dicembre;16(1-3):27-32

lingua: Inglese

Lembo a isola sottomentoniero nella ricostruzione di difetti orali

Ferrari S., Multinu A., Balestreri A., Ferri A., Sesenna E.

Department of Maxillo-Facial Surgery University and Hospital of Parma, Italy


PDF  


Obiettivo. Nel 1993, Martin et al hanno descritto il lembo a isola sottomentoniero per la ricostruzione del cavo orale. Abbiamo analizzato la nostra esperienza clinica con il lembo sottomentoniero per la ricostruzione intraorale dopo resezione per tumore.
Metodi. Tra Agosto 2001 e Maggio 2005, abbiamo impiegato questa tecnica ricostruttiva in 9 pazienti sottoposti a resezione oncologica coinvolgenti diverse regioni del pavimento buccale. Cinque pazienti erano di sesso maschile e quattro di sesso femminile; l’età media dei pazienti era di 68 anni.
Risultati. Tutti i lembi sono stati preparati e trasposti con successo. Le complicanze registrate hanno riguardato un caso di paralisi temporanea della branca mandibolare marginale del nervo faciale e un caso di fistola orocutanea. Il sito donatore è stato chiuso per prima intenzione senza casi di infezione o deiscenza, e i risultati sono stati soddisfacenti.
Conclusioni. Il lembo a isola sottomentoniero è una valida opzione per la ricostruzione dei difetti intraorali per diversi motivi: buona capacità di correzione dei difetti in quasi tutte le aree della cavità orale, specialmente dei difetti della mucosa della guancia e mascellari superiori, bassissima morbilità a livello del sito donatore, chiusura del sito donatore con semplice sutura dei margini, senza innesti cutanei, buoni risultati estetici e funzionali.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail