Home > Riviste > Italian Journal of Maxillofacial Surgery > Fascicoli precedenti > Rivista Italiana di Chirurgia Maxillo-Facciale 2001 April;12(1) > Rivista Italiana di Chirurgia Maxillo-Facciale 2001 April;12(1):55-62

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ITALIAN JOURNAL OF MAXILLOFACIAL SURGERY

Rivista di Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Maxillofacial Surgery


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Rivista Italiana di Chirurgia Maxillo-Facciale 2001 April;12(1):55-62

Copyright © 2002 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

L’utilizzo del lembo submentale ad isola nelle ricostruzioni facciali e intraorali

Castellani A., Nicoli G. *, Camelin N. *, Zanetti U.

From ­the Maxillo-Facial Surgery Division, Civil Hospital, Brescia, Italy
* School of Specialization in Maxillo-Facial Surgery, Ferrara University, Italy


PDF  


Il lembo submentale ad isola è da considerarsi uno dei più versatili lembi di cui il chirurgo ricostruttore del distretto cefalico può oggigiorno avvalersi. Dopo una breve revisione della letteratura, riguardante le prime esperienze chirurgiche con lembi submentali, viene descritta l’anatomia chirurgica e la tecnica di allestimento del lembo ad isola. Gli Autori documentano la loro esperienza nella ricostruzione della regione naso-geniena e del pavimento orale, mediante lembo mio-cutaneo submentale ad isola. Vengono illustrati i principali vantaggi di tale tecnica ricostruttiva, ponendo particolare enfasi sia sui minimi reliquati estetici nella regione donatrice (unità estetica cervicale anteriore), sia sull’ottima qualità della ricostruzione stessa dovuta all’affinità di colore della cute cervicale e di quella facciale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail