Home > Riviste > Acta Vulnologica > Fascicoli precedenti > Acta Vulnologica 2015 Settembre;13(3) > Acta Vulnologica 2015 Settembre;13(3):135-43

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ACTA VULNOLOGICA

Rivista di Fisiopatologia e Terapia delle Lesioni Ulcerative Cutanee


Official Journal of the Italian Association for Cutaneous Ulcers
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ORIGINAL ARTICLES  


Acta Vulnologica 2015 Settembre;13(3):135-43

lingua: Italiano, Inglese

Protocollo integrato chirurgico-fisiochinesiterapico decongestivo complesso nella stabilizzazione degli innesti cutanei nella gamba

Nicoletti G. 1, 2, Corda D. 3, Jaber O. 4, Pellegatta T. 4, Tresoldi M. M. 4, Scalise A. 5, Faga A. 1, 2

1 Unit of Plastic Surgery, Department of Clinical Surgical, Diagnostic and Pediatric Sciences, University of Pavia, Pavia, Italy;
2 Unit of Plastic Surgery, Salvatore Maugeri Research and Care Institute, Pavia, Italy;
3 Polimedica San Lanfranco, Pavia, Italia;
4 School of Specialization in Plastic Reconstructive Esthetic Surgery, Department of Clinical Surgical, Diagnostic and Pediatric Sciences, University of Pavia, Pavia, Italy;
5 Clinic of Plastic Reconstructive Surgery, Università Politecnica delle Marche, Ancona, Italy


PDF  


OBIETTIVO: Non infrequentemente a livello della gamba si osserva la perdita tardiva di un innesto cutaneo dopo un attecchimento completo a 1 settimana e tale complicanza è sempre accompagnata da evidenti segni di insufficienza linfatica in sede di innesto. Il ripristino della circolazione linfatica dopo un trauma o un intervento chirurgico è più stentato rispetto a quello della circolazione sanguigna e può essere favorito da manovre chinesiterapiche di decongestione della matrice interstiziale. Gli autori presentano i risultati dell’associazione di fisiochinesiterapia decongestiva complessa e chirurgia tradizionale nella gestione degli innesti cutanei della gamba in un campione di 58 pazienti sottoposti ad innesto dermo-epidermico sulla gamba per asportazione di neoformazioni cutanee (30) o cicatrici instabili (28).
METODI: Il trattamento fisiochinesiterapico è stato programmato secondo 2 modalità: 1) nell’arto inferiore edematoso si esegue un ciclo di trattamento preoperatorio ed un ciclo postoperatorio iniziando in media 1 settimana dopo l’intervento, in coincidenza con la ripresa della mobilizzazione e la dimissione ospedaliera; 2) nell’arto inferiore non edematoso si esegue esclusivamente un ciclo postoperatorio iniziando in media 1 settimana dopo l’intervento, in coincidenza con la ripresa della mobilizzazione e la dimissione ospedaliera.
RISULTATI: In tutti i casi si è ottenuta una guarigione stabile a distanza verificata con controlli post-operatori estesi fino a 6 mesi dopo l’intervento.
CONCLUSIONI: Il trattamento fisiochinesiterapico decongestivo complesso favorisce la stabilizzazione degli innesti cutanei della gamba ed è, pertanto, stato introdotto nel nostro protocollo di gestione postoperatoria degli innesti sulla gamba, estendendone l’indicazione anche alla fase preoperatoria in caso di arto edematoso.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail