Home > Riviste > Acta Vulnologica > Fascicoli precedenti > Acta Vulnologica 2014 Marzo;12(1) > Acta Vulnologica 2014 Marzo;12(1):23-34

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ACTA VULNOLOGICA

Rivista di Fisiopatologia e Terapia delle Lesioni Ulcerative Cutanee


Official Journal of the Italian Association for Cutaneous Ulcers
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Acta Vulnologica 2014 Marzo;12(1):23-34

lingua: Italiano, Inglese

Miglioramenti nella qualità della cute del viso dopo un trattamento singolo e triplo di radiofrequenza bipolare non ablativa, effettuato con il dispositivo X2©

Pastorini E. 1, Ghidoni I. 1, Salerni R. 2, Scarano A. 3, Faustini M. 4, Torre M. L. 5, Scalise A. 6

1 MDM Group, Bologna, Italy;
2 Pescara Health Local Unit, Pescara, Italy;
3 Department of Oral, Nano and Biotechnology Sciences, Chieti, Italy;
4 Department of Veterinary Medicine and Public Health, University of Milan, Milan, Italy;
5 Department of Pharmacology, University of Pavia, Pavia, Italy;
6 Department of Experimental Medicine and Plastic Surgery and Reconstructive Clinic, Marche Polytechnic University, Ancona, Italy


PDF  


Obiettivo. Scopo del presente era di valutare la sicurezza e l’impatto a breve termine di un dispositivo di radiofrequenza bipolare non ablativa nel trattamento della cute del viso.
Metodi. È stato condotto uno studio randomizzato su 62 soggetti sani con un tipico livello di lassità cutanea associata all’età, i quali sono stati suddivisi in due gruppi. Il primo gruppo ha ricevuto un trattamento singolo con il dispositivo X-2©, mentre il secondo gruppo ha ricevuto tre trattamenti mediante lo stesso dispositivo su base mensile. I miglioramenti clinici delle aree trattate sono stati rilevati raccogliendo una documentazione fotografica prima e dopo i trattamenti e misurando parametri cutanei come il contenuto idrico totale, l’elasticità e i livelli di sebo al baseline e un’ora dopo l’ultimo trattamento.
Risultati. I dati hanno evidenziato un significativo effetto del trattamento di radiofrequenza su idratazione ed elasticità cutanee e sul sebo. Non è stato osservato nessun effetto di interazione tra il parametro di età e il trattamento su idratazione ed elasticità cutanee: ciò denota un notevole effetto positivo, indipendentemente dall’età dei soggetti.
Conclusioni. I risultati del presente studio suggeriscono che il trattamento di radiofrequenza migliora le valutazioni soggettive e oggettive di pazienti e medici, oltre ad alcuni parametri di qualità cutanea, e può essere considerato un utile strumento per migliorare la cute in termini di elasticità nell’ambito delle tecnologie non invasive.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail