Home > Riviste > Acta Vulnologica > Fascicoli precedenti > Acta Vulnologica 2013 Dicembre;11(4) > Acta Vulnologica 2013 Dicembre;11(4):161-70

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ACTA VULNOLOGICA

Rivista di Fisiopatologia e Terapia delle Lesioni Ulcerative Cutanee


Official Journal of the Italian Association for Cutaneous Ulcers
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Acta Vulnologica 2013 Dicembre;11(4):161-70

lingua: Italiano, Inglese

Gangrena di Fournier: algoritmo di trattamento ad una tipologia di lesione complessa

Scalise A. 1, Tartaglione C. 2, Bottoni M. 2, Torresetti M. 2, Gioacchini M. 3, Pierangeli M. 2, Grassetti L. 1, Di Benedetto G. 1

1 Department of Experimental Medicine and Clinic Plastic Surgery and Reconstruction Clinic Marche Polytechnic University, Ancona, Italy;
2 Ospedali Riniti, Ancona, Italy;
3 Ancona University Hospital Torrette, Ancona, Italy


PDF  


Obiettivo. La sindrome di Fournier è un’infezione batterica acuta a carattere espansivo e necrotico delle parti molli del perineo, dello scroto e della parte inferiore del tronco e rappresenta una patologia grave che va affrontata precocemente. Lo scopo dell’articolo è quello di riportare la nostra esperienza suggerendo un algoritmo di trattamento che integri la terapia chirurgica a metodiche conservative avanzate.
Metodi. Sono stati analizzati i dati clinico-strumentali di pazienti con sindrome di Fournier giunti all’osservazione della Clinica di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva degli Ospedali Riuniti di Ancona nell’arco di 6 anni.
Risultati. Abbiamo analizzato 15 casi, di cui 13 uomini e 2 donne. Alla diagnosi l’età media dei pazienti era 59,5 anni e il Severity Index of Fournier’s Gangrene era di 3,5. Tutti i pazienti risultavano positivi all’esame colturale con flora polimicrobica. 14 pazienti su 15 sono stati sottoposti a sedute di OTI. Tutti sono stati sottoposti a toilette chirurgica precoce e a medicazioni avanzate. In 2 casi si è utilizzata la terapia a pressione negativa. In 5 casi è stato necessario ricorrere ad intervento chirurgico ricostruttivo.
Conclusioni. La sindrome di Fournier richiede un trattamento tempestivo e la scelta della strategia più idonea dipende dal grado di severità della malattia e dalle condizioni cliniche generali del paziente. Proponiamo un algoritmo di trattamento in grado di stabilire la corretta gestione di tale patologia. Un intervento chirurgico primario e medicazioni avanzate periodiche vanno sempre attuati e spesso consentono da soli di raggiungere la guarigione completa; in casi particolarmente severi la terapia chirurgica ricostruttiva rimane l’unica strategia terapeutica a disposizione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail